Uncategorized

Cardiologia, sapete veramente di cosa si occupa?

cardiologia-medicina-interna

Spesso si parla di cardiologia e cardiologi, ma non tutti sanno esattamente di cosa si occupa questa branca della medicina. Si sa che il cardiologo è il medico che cura il cuore, ma non si conosce davvero tutto riguardo a questo ambito medico. Vediamo allora quali sono i disturbi che possono essere individuati e curati dal cardiologo e di che cosa esattamente si occupa la cardiologia.

Cardiologia, di cosa si occupa

La cardiologia è quell’ambito della medicina interna che studia e cura le malattie del cuore e dell’apparato cardiocircolatorio. I cardiologi oggi sono sempre più specializzati, infatti ci sono diversi ambiti all’interno della cardiologia stessa dove ci si occupa di cure, prevenzione, diagnostica, sia per gli adulti che per gli anziani e i bambini, vediamoli brevemente:

  • cardiologia pediatrica: si occupa dei problemi cardiocircolatori e cardiopatie nei bambini;
  • cardiologia adulti: si occupa della diagnosi, terapia e prevenzione delle cardiopatie negli adulti;
  • cardiologia interventistica: i medici che operano in questo ambito sono specializzati in procedure diagnostiche e terapeutiche quali angioplastica, coronografia ecc.

Quando ci si deve rivolgere al cardiologo

In linea generale è sempre una buona prassi fare delle visite cardiologiche programmate, i cosiddetti controlli, o delle visite prima di intraprendere un’attività sportiva che comporti sforzi.

Ci si deve poi rivolgere al cardiologo quando c’è familiarità di patologie cardiache, quindi se un genitore o un fratello soffre di disturbi cardiaci è bene fare un controllo.

Ovviamente si deve allertare il medico se si ravvisano condizioni particolari quali dolori al petto, improvvisi o continui, se si soffre di pressione alta, o di colesterolo alto, se si è in una condizione di obesità, se si è fumatori. Insomma, ci sono diverse circostanze in cui è bene fare una visita.

Come si svolge la visita cardiologica

Generalmente il medico effettua un’anamnesi e poi procede con gli esami. Di solito si effettua un elettrocardiogramma, da fermi o dopo una condizione di sforzo, ma può essere necessario eseguire anche un ecocardiogramma.

Se vi sono già patologie diagnosticate, il cardiologo terrà conto di tutta la storia del paziente. Se vi fossero anomalie, il cardiologo proseguirà con le indagini in modo da fare un’attenta valutazione a seconda del caso.

Il cuore è un organo fondamentale per la vita, quindi è bene tenerlo sempre sotto controllo, seguire uno stile di vita sano, con un’alimentazione adeguata alla propria persona ed effettuando sempre un minimo di attività fisica.

0 Comments
Share

Reply your comment:

Your email address will not be published. Required fields are marked *